Chi siamo a palermo

  • Autore: paolo pace
  • 29 set, 2017
La  Cea Impianti Tecnolociciè attenta alle evoluzioni tecnologiche per proporre sempre prodotti all'avanguardia, è sensibile al rispetto per l'ambiente e si occupa della progettazione e della costruzione di sistemi che sfruttano l' energia solare ovvero: gli impianti fotovoltaici , per la produzione di energia elettrica e gli impianti solari termici per generare acqua calda sanitaria. Il catalogo si compone ha un vasto assortimento di  condizionatori e di caldaie , per le quali la ditta assicura un efficiente servizio di pronto intervento per la riparazione dei guasti, attivo entro le 24 ore dalla chiamata e tutti i giorni dell'anno.

manutenzione della caldaia

Autore: paolo pace 29 set, 2017
La  Cea Impianti Tecnolociciè attenta alle evoluzioni tecnologiche per proporre sempre prodotti all'avanguardia, è sensibile al rispetto per l'ambiente e si occupa della progettazione e della costruzione di sistemi che sfruttano l' energia solare ovvero: gli impianti fotovoltaici , per la produzione di energia elettrica e gli impianti solari termici per generare acqua calda sanitaria. Il catalogo si compone ha un vasto assortimento di  condizionatori e di caldaie , per le quali la ditta assicura un efficiente servizio di pronto intervento per la riparazione dei guasti, attivo entro le 24 ore dalla chiamata e tutti i giorni dell'anno.
Autore: paolo pace 29 set, 2017

Il fabbisogno di calore per il riscaldamento della casa è il primo aspetto da considerare. Se la casa è piccola si rischia di aver un surplus di riscaldamento, viceversa se la casa è grande si rischia di avere un deficit di  riscaldamento.

Il calcolo esatto del massimo fabbisogno di calore deve tener conto di determinati fattori, come la trasmittanza termica dei materiali utilizzati per la costruzione dell’edificio (infissi, termointonaco, schermature solari, eventuale cappotto termico, pannelli isolanti e così via). Un calcolo approssimativo del fabbisogno di calore si può ottenere tramite la seguente formula, che sfrutta solo la superficie abitabile da riscaldare:

Fabbisogno di calore = potenza della caldaia in kW =superficie da riscaldare (in metri) x fabbisogno di calore specifico (kW/m² ).

Autore: paolo pace 22 set, 2017
Possedere una caldaia significa dover effettuare dei controlli periodici, innanzitutto la mancata manutenzione porta ad una pena di sanzione. Una mancata manutenzione e controllo dei fumi porta dei grossi rischi ambientali e soprattutto personali. Vi sono tanti rischi di malfunzionamento uno è la fuoriuscita di gas (nel caso di apparecchi alimentati a gas metano o gpl). Le conseguenze possibili sono due: intossicazione e scoppio.La formazione di monossido di carbonio è causata dal consumo di buona parte dell’ossigeno presente in locali chiusi e privi di buona areazione. L’incidente può essere causato, sia dal fatto che le fiamme brucino l’ossigeno senza che ci sia un ricambio d’aria, sia dall’intasamento dei tubi di scarico dei fumi che può favorire intosicamento, o addirittura incendi, a sua volta causati da cortocircuiti negli impianti elettrici che servono la caldaia.  Il monossido è capace di provocare la morte di una persona in buona salute nel giro di una decina di minuti,
Autore: paolo pace 22 set, 2017
Il contenuto del corpo del tuo post va qui. Fai clic sul testo per modificarlo. Per eliminare il testo predefinito, digita il tuo testo personalizzato o incollalo da un'altra sorgente.
Per controllare il colore o le dimensioni del testo, modifica i colori generali o le dimensioni del testo nella sezione Design del menu a sinistra dell'editor.
Share by: